09 febbraio 2015

"Le api di ghiaccio" di Frank Iodice.


Le api di ghiaccio di Frank Iodice 
Una recensione di Federica Farassini, la nostra "La Fetch".


Premetto che mi sto addentrando in un settore che non mi compete particolarmente, quindi tendenzialmente questa potrebbe essere la recensione più "pura" da quando ho intrapreso questa avventura con Les Mademoiselles. Oggi vi parlerò di un libro, un bel libro, che parla di tante cose: della mia adorata Francia, di navi, di avventure per i mari, di esseri umani e della loro personale visione del mondo che è tante, troppe, volte erroneamente considerata come bizzarra. Il protagonista indiscusso di questa favola contemporanea è Pancrazio Farabosc, neo ottantenne lupo di mare che, una volta raggiunta l'età della pensione, si vede rinchiudere in una clinica psichiatrica. Questa è gestita in maniera illuminata da Marcel Fontaine e dalla figlia di Pancrazio, Sophie. Beh, in sostanza: il giorno del suo ottantesimo compleanno Pancrazio "evade" e disperde le sue tracce andando alla ricerca di qualcosa che nessuno crede possa esistere: una rivalsa della sua condizione di folle. Da qui iniziano una serie di avvincenti avventure di gruppo tutte volte a ritrovare il buon Pancrazio. 
Una scrittura delicata, che sa trattare tematiche ispide come quelle dei problemi psichiatrici dando loro una veste più morbida è quello che più rimane impresso una volta finita la lettura. La trama è coinvolgente ed il fil rouge crea la giusta suspence senza mai svelare indizi chiarificatori ed invogliando alla lettura delle pagine successive tutte d'un fiato. Una menzione speciale va, senza dubbio, all'estro descrittivo dell'autore Frank Iodice che attraverso la sua penna ci fa scoprire mondi nuovi, diversi, facendo immergere il lettore fino in fondo nel suo mondo.
Una lettura assolutamente consigliata! 
Abbinamento consigliato per la lettura: Trouble will find me, splendido album della band di New York The National.
Ah, e se qualcuno trova il modo di produrre il miele me lo faccia sapere.

Federica Farassini
Martina Musa Rigotti ph

28 dicembre 2014

Playlist di Natale by LaFetch



Playlist di Natale

Laura da quando mi conosce mi "accusa" di ascoltare e (di conseguenza) recensire solo musica con non più di 50 views su youtube. La qual cosa non è però assolutamente vera! Amo molto la musica pop, nel senso più letterario del termine in tutte le sue declinazioni. Ad esempio non mi perdo un'edizione di X factor o San Remo (bene, ora insultatemi), e soprattutto sono una tamarra da canotta e macchina pimpata, quindi per dimostrare la falsità della mia presunta aura di superiorità nei confronti della musica "da radio" per Natale ho deciso di creare una playlist con alcune delle canzoni pop che hanno segnato il mio 2014. Enjoy!

ASCOLTA Throwback2014

Christmas playlist

Since when Laura knows me she "accuses" me to listen (and consequently) to review only music with less that 50 views on youtube. This is absolutely not true! I love pop music, in its right meaning, with all its declensions. For example I do not lose any edition of X factor (come on, offend me!), but above all I'm a real chav wearing undershirt on my pimped car, so for demonstrate the falseness of my being superior of the others because I'm weird, I created a playlist containing the songs that signed my 2014. Enjoy! 

15 novembre 2014

Fashion Playlist by LaFetch: Jungle



Nuova recensione di LaFetch! Questo post è un contributo speciale della cara amica e compagna di avventure Federica Farassini. Nata a Biella, 26 anni, è stata con me un anno a Parigi, cantante e appassionata di molti generi musicali differenti. Guarda solo video con meno di 50 visualizzazioni su YouTube (ma questo ve lo avevo già raccontato), ma ha uno spiccato intuito per quelli che faranno successo nel breve futuro. Non potevo non chiedere a una tale esperta di non collaborare con LesMademoiselles per arricchire il blog con l'arte che mi accomuna a lei: la musica.
Buon divertimento, Laura



This post is a special contribution of a dear friend of mine and partner in crime: Federica Farassini. 
She was born in Biella, 26 years ago, erasmus partner, singer and passionate of many different musical genres. I have noticed that she looks only at YouTube videos with less than 50 visualizations (but this is an old story), but she has a deep knowledge of all the musical groups of the past and contemporaries, with also a strong intuition for those that will be successful in the future. I've asked her to collaborate with LesMademoiselles in order to enrich the blog talking about Music
Enjoy!!! Laura



Jungle - Jungle

Passa sempre più tempo tra un post e l'altro. Le ragioni sono: la vita e che, fondamentalmente, esce sempre meno roba che mi esalti. Finalmente ho trovato qualcosa di cui parlarvi: i Jungle. Un'amica tempo fa mi aveva consigliato,en passant, di ascoltarli e l'avevo anche fatto, ma distrattamente. Beh, ho avuto occasione di vederli live al Club 2 Club a Torino lo scorso weekend ed è stato un concerto pazzesco. Classe,groove, precisione e spensieratezza; figata insomma. Ma chi sono i Jungle? Sono J e T, due ragazzi londinesi, amici dalle elementari che hanno deciso di chiudersi in cantina e passare il loro tempo scrivendo pezzacci. Nel luglio 2013 hanno pubblicato il loro primo singolo, Platoon, che li lascia piuttosto nell'oblio. Pian piano, però, iniziano a buttar fuori una hit dopo l'altra - The Heat eBusy Earnin' - che non passano più inosservate, fino all'uscita dell'album omonimo nel luglio 2014 pubblicato nientepopodimeno che da XL Recordings. Fondamentale è l'attenzione che viene data ai video che accompagnano i pezzi: non appena partono ti senti già in mezzo ad una qualsiasi strada di una grande metropoli a saltellare e a tenere il tempo con le mani ai ballerini che si stanno esibendo nella più classica delle street dance (https://www.youtube.com/watch?v=BcsfftwLUf0 - https://www.youtube.com/watch?v=9JkDzNOgO3U). Credo di dover spendere una parolina anche riguardo ai loro live: una scarica di energia, credo di aver sorriso durante tutta la durata della performance, perché mi rendevo conto di star assistendo ad uno degli eventi più cool dell'ultimo anno. Guardatevi Time Glastonbury(https://www.youtube.com/watch?v=eRkn4c7aTyY) e iniziate a ballare sulle scrivanie.
Grazie Bee Gees, grazie Tv on the Radio, grazie Daft Punk, ma soprattutto grazie al ritorno del soul e del funky.
A presto, spero.
Jungle - Jungle

It's been a while since the last post. The reasons are: life and that, essentially, there's always less to write about in my opinion. Finally I've found something to propose you: Jungle. A friend of mine, time ago, had told me to listen to them, and I even did it but absent-mindedly. Well, I've had the occasion to see them live at Club 2 Club festival in Turin last weekend and it has been insane. Classy, groovy, precise and cheerful. But who are the Jungle? They're J and T, two guys from Western London, knowing each other since elementary school that decided to close up in their basement and compose amazing songs. They released the first single in July 2013, Platoon, not achieving the right success. Then they started to release one hit following another - The Heat, Busy Earnin' - that finally brought them to the popularity they deserved, until the coming out of the first namesake album in July 2014, published nonetheless than by XL Recordings. It's fundamental the attention given to the music videos matched to the songs: when they start you already feel like being in the middle of a whatever street in a whatever metropolitan city in the world jumping and beating time to the dancers (https://www.youtube.com/watch?v=BcsfftwLUf0 - https://www.youtube.com/watch?v=9JkDzNOgO3U). I think I ought tell you a little bit about the live performance: a let off of energy, I think I smiled during the entire performance because I was getting to be in front of one of the coolest thing of the last year. Have a look at Time in Glastonbury (https://www.youtube.com/watch?v=eRkn4c7aTyY) and start dancing on the desks.
Thanks Bee Gees, thanks Tv on the Radio, thanks Daft Punk, but above all thanks to the return ofsoul and funky music.
Talk to you soon, I hope.

20 agosto 2014

Fashion Playlist: Todd Terje by LaFetch

La Fetch.
Servizio fotografico realizzato da Martina Musa Rigotti
Ecco LaFetch!

Ha ancora bisogno di presentazioni?
..Ho sempre amato le domande retoriche..

Vi ricorderò comunque che è la nostra critica musicale più acuta e originale, non ci recensirà mai Claudio Baglioni, né altri artisti che "tutti" conosciamo come quelli che piacciono a me; lei ascolta solo gente che a metà della recensione deve fermarsi e dire:"forse vi starete chiedendo chi cavolo è CiccioVattelappesca"… ma l'adoriamo per questo! Federica Farassini, colei che mi farà uscire dall'oblio dell'ignoranza della musica straniera, dottoressa in qualcosa, di Biella, giovane e soprattutto mia cara amica e compagna di avventure.
Oggi ci parla di Todd Terje!
LauraLaw







Todd Terje - It's Album Time

Tutta la popolazione a me nota è andata in vacanza, inondando le mie bacheche di foto di tramonti, spiagge, cocktail, feste e chi più ne ha più ne metta. Al di là del fatto che consiglierei a tutti un po' più di sobrietà nell'esibizionismo, mi avete fatto rosicare non poco. Io sono nella mia piovosa cittadina-bucodiculo-piemontese dove quest'estautunno ha preso il via, ma ho trovato un conforto: It's Album Time di Todd Terje (2014 Olsen records). Questo disco, infatt

12 agosto 2014

Marrakech - Palazzo El-Badi e Jardin Majorelle

L'ultimo giorno a Marrakech lo abbiamo trascorso visitando i Jardin Majorelle e il palazzo El-Badi, depredato dopo che il sultano Ahmed el-Mansour lo aveva fatto decorare con oro e turchesi. Chiamato El-Badi (l'Incomparabile), il palazzo ha un cortile molto grande dove si può immaginare lo sfarzo e la ricchezza dei tempi in cui era immerso nel XVI secolo; vi consiglio di salire sulla sommità dei bastioni in pisé dove si può ammirare un panorama incantevole e di non dimenticare di portare con voi dell'acqua perché la visita è quasi completamente sotto al sole e nei mesi estivi il caldo è insopportabile!

03 giugno 2014

Fashion Playlist - Afghan Whigs by LaFetch


LaFetch servizio fotografico realizzato da Martina Musa Rigotti
Bentornati all'appuntamento che abbiamo con le recensioni di LaFetch. Federica Farassini di Biella, cantante e ormai rinomata critica di musica. Collabora con LesMademoiselles per arricchire il blog parlandoci di musica con l'ironia e la sincerità (che a volte mi fa fare pessime figure) che la contraddistingue! Compagna di avventure, amica e confidente, è un grande onore pubblicare le sue recensioni. Questa volta, grazie alla bravura di Martina Rigotti, fotografa, siamo riuscite ad immortalarla con diversi scatti. Ve li proponiamo sperando che diventi un'abitudine. Oggi ci parla degli Afghan Whigs!    #LauraLaw