23 novembre 2013

Fashion Playlist - Karavans by LaFetch



Karavans - S(u)ono
Quattro ragazzi. 25/30 anni. Torino. Una passione: la musica. Questi sono gli ingredienti di questa giovane band delle mie parti. Di questo gruppo, diversamente dal solito, recensirò il live, dal momento che l'album si farà ancora attendere. Il singolo che lo anticipa, S(u)ono, però
ci fa capire cosa ci aspetterà: del buon rock 'n roll, ben miscelato con la musica indie che tanto ci ha fatto e ci fa ballare. La prima volta che li ho sentiti in radio lo speaker li ha introdotti dicendo che 'chi non conoscesse il significato del termine groove non deve far altro che ascoltare questo pezzo', come dargli torto. Il basso e la batteria si fondono perfettamente dando vita ad una canzone impossibile da ignorare. In live questi ragazzi spaccano per davvero. Uniti, precisi e divertenti, insomma bravi. Ci mettono il cuore e il sudore, componenti senza le quali una rock band non può funzionare. Presentano un set di circa 10 brani, alcuni loro ed altri invece cover di canzoni, ben scelte, che li aiutano a non perdere il pubblico meno attento (particolarmente azzeccata Club Foot dei Kasabian). Alla voce si alternano il bassista e il primo chitarrista, sempre appoggiati da un buon muro di cori a due o tre voci. I richiami e le ispirazioni sono tante, dai White Stripes ai Tame Impala, dai Verdena ai The Strokes. Insomma, gente che ci piace e che sa fare gran bella musica. Adesso li attendono un bel po' di date in giro per l'Italia, iniziando da Milano ed Aosta. Godimento assicurato.
Potenti, fighi, indipendenti. Non fateveli scappare.

Karavans - S(u)ono
Four guys. 25/30 years old. Turin. One passion: music. These are the ingredients of this young band. Unlike the other times I'm going to review the live set of this band instead of the album, since it is not out yet. The single, anyway, gives us a clear idea of what it'll be: good rock 'n roll mixed up with some indie rock music that gets us dancing since ages. The first time I heard them on the radio, the speaker introduced them saying 'if you don't know the meaning of groove, just listen to this', who can blame him. The drums and the bass perfectly merge giving life to a song which is impossible to ignore. The live set of this band is really meaningful. Tight, precise and funny, in one word worthy. They put their blood, sweat and tears in what they do, a rock band can't work without these elements. They present a set composed by about 10 songs, some unreleased and some, well chosen covers, that help them not to loose the less attentive public (particularly appreciate Club Foot by Kasabian). The voice easily switches from the bassist to the first guitarist, with always a two or three voices chorus wall beside. Recalls are various: from White Stripes to Tame Impala, from Verdena to The Strokes. So,all very good musicians. Now they're waited for quite a few gigs all around Italy, starting from Milano and Aosta. Ensured pleasure.
Powerful, cool, independent. Don't miss them.

Nessun commento:

Posta un commento