05 luglio 2014

Fashion Playlist: Kasabian by La Fetch


La Fetch.
Servizio fotografico realizzato da Martina Musa Rigotti


Eccoci con l'appuntamento che abbiamo con LaFetch, Federica Farassini di Biella, cantante e ormai rinomata critica di musica. Verrà a Roma per il concerto di Paolo Nutini molto presto.. Oggi ci parla di un gruppo su cui ci ha già detto qualcosa in passato e che è stato molto apprezzato: i Kasabian!



Hi everyone! It's LaFetch's time , Federica Farassini from Biella, she's a singer and famous critical of music.
She will arrive in Roma for Paolo Nutini's concert.
Today she speaks about Kasabian!







Kasabian - 48:13

Federica Farassini
Ph. Martina Musa Rigotti
A tre anni dalla loro ultima fatica fanno il loro ritorno sulle scene i Kasabian e lo fanno alla grande. L'uscita di 48:13 (questo il titolo che rappresenta il minutaggio totale del disco) viene anticipata dal singolone Eeh-ze, che ascoltato una volta non esce più dalla testa, e dalla grafica scelta come fil rouge di questa loro nuova avventura: minimal fluo. Il video di Eeh-ze vede Sergio Pizzorno e la sua band felicemente saltellanti e fa venir voglia di vedere quale sarà la loro prossima mossa. Hanno belle idee i quattro di Leicester e una squadra marketing che le supporta in toto, quindi per la promozione italiana hanno scelto di affittare un tram a Milano, personalizzarlo con i loro colori e di fare un giro per la città con una manciata di fans della durata (indovinate un po') di 48' 13'' (https://www.youtube.com/watch?v=QTdGtMWyOTo). Figate senza senso insomma. Ma torniamo al disco. E' stato pesantemente attaccato dalla critica internazionale per l'impiego "eccessivo" di influenze elettroniche e per l'evidente volontà di voler fare una mescolanza di generi incongrua con il pensiero dei più. Beh a me fa impazzire invece. Lo trovo divertente, fresco e piacevole. Al suo interno ci sono delle chicche pazzesche tra cui Bumblebee,Stevie e Bow, senza parlare di Eeh-ze.
Il continuo paragone con gli Oasis con questo album finalmente viene messo a tacere, direi che il solo fatto di essere Britannici e musicisti non regge più.
Comunque basta parlarne, prendetevi 48 minuti e 13 secondi e fatevi del bene (magari saltellando un po'): https://www.youtube.com/watch?v=2wMKT4MJgg4
p.s.: il 31 ottobre sono a Roma e il 1° novembre a Milano, io ho già preso i biglietti. Ci vediamo là.





Kasabian - 48:13

Three years after their last work Kasabian are back. 48:13 coming out is forestalled by the incredible Eeh-ze, that listened once will no more exit your minds, and by the graphic choices that we can consider as the fil rouge of their new adventure: minimal fluo. The video of Eeh-ze sees Sergio Pizzorno's band hopping happily and gives the right interest in seeing what will come after. The four from Leicester have good ideas and a good marketing unit supporting them. This album has been heavily criticized by the international reviewers that have pointed out the fact that it has been used way too considerably the electro stamp and the will of mixing together a lot of different genres seemed incongruous to most of them. Well I think it's amazing instead. I found it funny, fresh and pleasant. It contains some unbelievable gems like Bumblebee, Stevie and Bow, without talking about Eeh-ze.
The continuous comparison with Oasis is no longer working, only the fact of being British and musicians isn't enough any more.
Anyways, let's stop talking about it, take 48' 13'' and love yourselves (maybe you can even jump a little bit if you want): https://www.youtube.com/watch?v=2wMKT4MJgg4
Enjoy!



Special Thanks to: Federica Farassini (LaFetch) 

Nessun commento:

Posta un commento